venerdì 6 giugno 2014

Fede



Fede. Termine questo estremamente avvilito, originariamente voleva intendere l’inclinazione del cuore o suo primo riferimento devozionale. Devozione propriamente attiva, e molto prima che sorgesse l’alba nera dell'Età attuale già significava il rivolgimento del cuore verso l’aurea Sorgente; posta oltre i limiti temporali stessi del Krita yuga (Età dell'oro). La creatività (termine anch’esso altamente disprezzabile per le connotazioni attuali che lo rivestono) scaturisce da questa verità interiore, rivolgente l’animo al bene. Creare per l’uomo fu un atto di reazione alla forza di repulsione che fragmentò la realtà divina nella molteplicità degli istanti discerniti nel tempo – necessità stessa della gravità – immanente forza d’attrazione che addensando in sé sembrò allontanare da sé stessa l’emanazione divina nel suo progressivo compattarsi. Estrarre l’ideale di una bellezza disinteressata ma necessaria fu il compito dell’Arte Sacra.    

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page