mercoledì 24 aprile 2013

Del Sublime




La natura fin dal principio ha fatto nascere nella nostra anima un amore invincibile per tutto ciò che è eternamente grande e per tutto ciò che è più divino di noi. Così il mondo, nemmeno nella sua universalità, è sufficiente allo slancio della contemplazione e del pensiero dell’uomo; la sua immaginazione supera spesso i limiti del mondo che lo avvolgono; e, se si puntano gli sguardi tutt’intorno alla vita e si vede quale parte preponderante vi occupano in tutto il superiore, il grande e il bello, si riconoscerà subito per quale fine noi siamo nati
(Pseudo Longino: Del Sublime XXXV, 2-3).                            

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page