giovedì 26 gennaio 2012

intagliato in figura di mandorla splendente
sprovvisto di mani
il dio forgia il vaso del tempo
vento e controvento di silenzio
nel doppio che ancora è uno
per racchiudere occorre il plurale
per questo nel Genesi sta scritto
facciamo (non faccio)
l’uomo a nostra (non mia) immagine





sabato 21 gennaio 2012

allegoria del certame tra ombre
pugna umbratilis
proprietà del poeta e dell’uomo
taumaturgica dote ruotata all’ancile - curvo del destino
insolito cielo convesso - precipitato
nell’irrigidimento consustanziale
col Sole e il fuoco
lucerna d’immutata chimera
snella ala del momento che fugge
penetrante intuizione di flutti misteriosi
e dell’approdo a familiari certezze
lo squilibrato soffia sul vento - la meraviglia ingenua del quando





giovedì 5 gennaio 2012
















un fuoco di carbone acceso
è la natura mia
involucro del Genio
l’anima m’è oscura come un altro
che guarda altrove lontano da me
il cervello sta in una scatola
il cuore in una gabbia
cos’è che ti rende estranea a te stessa
vita

mercoledì 4 gennaio 2012
















il Sole è splendente

mite la Luna

rassicuranti le stelle

cos’è che t’avvelena

vita